Performance elevate aiutano a prevenire gli incidenti sul lavoro

Giorgio Cappelli

Lo studio della relazione tra sistemi di lavoro ad alta performance e la sicurezza sul posto di lavoro è un tema particolarmente “caldo” per le risorse umane e un recente articolo apparso sul Journal of Applied Psychology(vol. 90, n. 1, 2005) si inserisce in un filone di ricerca che offre interessanti spunti sia teorici che applicativi.

La questione è di particolare rilevanza e utilità per tutti coloro che hanno intenzione di approfondire e confrontarsi con l’influenza che possono avere i sistemi di lavoro ad alta performance con l’aumento della produttività delle organizzazioni e la sicurezza sul posto di lavoro. Questi sistemi si caratterizzano per un elevato livello di coinvolgimento e per uno sviluppo continuo delle competenze del dipendente, per un rapporto di fiducia “forte” con la direzione, per un’organizzazione produttiva ad alto livello, per l’innovazione e la flessibilità. È il prodotto di un insieme di attività diverse, ma interconnesse fra di loro, esercitate dalla direzione all’interno di un’organizzazione. L’utilizzo di queste attività incide fortemente sulle modalità di reclutamento, selezione, sviluppo e motivazione dei dipendenti.

L’assunto sul quale si fondano questi sistemi, denominati appunto ad alto rendimento, è che le persone che lavorano sono una risorsa primaria, un vantaggio competitivo, capaci di continui miglioramenti e in grado di fornire una prestazione ad alto livello se adeguatamente motivate a farlo.

Le condizioni emotive dell’ambiente in cui si lavora, un clima che stimoli la creatività e l’apprendimento, la piacevolezza oltre che la sicurezza degli ambienti di lavoro, sono determinanti per lo sviluppo e l’efficienza delle organizzazioni. Permettere alle persone di lavorare in un’organizzazione che favorisce gli scambi, la trasparenza e la visibilità del lavoro, dove c’è attenzione agli spazi architettonici e il clima è creativo e professionale, tutto favorisce il miglioramento delle prestazioni.

   
pagina 1 di 4
1 | 2 | 3 | 4 |   >>
b
f


 

Giorgio Cappelli

Psicologo del lavoro, Master in Psicologia per la valutazione e valorizzazione delle risorse umane.

   
f