Novità in libreria

 

In italiano

Frances E. Jansen e Amy Ellis Nutt
Il cervello degli adolescenti.
Tutto quello che è necessario sapere per aiutare e crescere i nostri figli

Mondadori, 2015
pp. 328; euro 22,00

"Gli adolescenti non sono una specie aliena, ma solo una specie poco capita".
Perché tanti genitori di figli adolescenti hanno la sensazione di essere saliti su un ottovolante impazzito, spettatori impotenti di malumori e improvvisi scoppi di rabbia alternati a momenti di incontenibile espansività ed euforia? Perché, dopo averli cresciuti con amorevoli cure e in base a saldi principi educativi, si ritrovano in casa quindicenni dai capelli multicolori, che passerebbero tutta la notte davanti al computer e a scuola cominciano a dare più di un problema? Cosa accade nella testa dei nostri ragazzi?
A tali domande, e a quesiti ancor più angosciosi sul rapporto dei giovani con alcol, droga o addirittura crimine, la neurologa Frances Jensen risponde proponendo una visione rivoluzionaria del cervello "adolescente".
Per molto tempo, infatti, si è ritenuto che lo sviluppo del cervello umano fosse pressoché compiuto con il raggiungimento della pubertà e che, nell'adolescenza, fosse a tutti gli effetti un organo maturo, sia pur privo di esperienza di vita. Nell'ultimo decennio, invece, la neurofisiologia e le neuroscienze hanno scoperto che - durante l'adolescenza - il cervello attraversa alcuni stadi determinanti del suo processo evolutivo, che ne rendono le funzioni diverse da quelle del cervello adulto.
Arricchendo l'esposizione della sua teoria scientifica con il racconto di aneddoti tratti dall'esperienza di madre, Jensen illustra in dettaglio le reazioni del cervello adolescente alle situazioni più disparate (dall'apprendimento allo stress, dal sonno alle dipendenze), fornendo al contempo preziosi suggerimenti pratici a coloro che, a vario titolo, sono alle prese con le "misteriose" trasformazioni neurobiologiche di questo decisivo passaggio dell'esistenza.
Mondadori

 

Paolo Legrenzi e Armando Massarenti
La buona logica.
Imparare a pensare

Raffaello Cortina, 2015
pp. 130; euro 12,00

Si parla sempre più spesso dell'importanza di imparare a pensare, cioè a ragionare in modo corretto per risolvere problemi anche semplici ma non intuitivi. È questa la condizione che rende davvero "buona" la scuola, perché consente di trasmettere non solo conoscenze ma anche strategie, che funzionano indipendentemente dai contenuti e sono dunque applicabili a contesti diversi. L'obiettivo degli autori è risvegliare la nostra capacità di riflettere in modo non automatico, allineando - in una gustosa cassetta degli attrezzi - i meccanismi del pensiero che stanno alla base di tale capacità. Pensato come un'agile guida per chiunque voglia apprendere come pensare in modo critico, il libro è rivolto anche a quanti devono affrontare un test di selezione, dato che è focalizzato sulle strategie mentali con cui si risolvono le prove logiche di cui in parte i test sono costituiti.
Raffaello Cortina

   
pagina 1 di 3
1 | 2 | 3 |   >>
b
f


f